Attivazione Reiki ad un religioso

Una delle nostre insegnanti Reiki racconta la propria esperienza

Un po’ di tempo fa ho conosciuto un monsignore salesiano di una certa età ed è iniziato un rapporto amichevole.
Saputo che mi interesso di Fiori di Bach mi ha chiesto di testarglieli e, ogni tanto, quando si sente in crisi, me li chiede ancora.

Un giorno gli ho parlato anche del Reiki, al che mi ha detto che ne aveva sentito parlare e che gli sarebbe piaciuto “capire” di cosa si trattava.
Ne abbiamo parlato per una buona mezzora e alla fine mi ha detto che non gli sarebbe dispiaciuto essere attivato.
Era una domenica ed il pomeriggio io ero libera e così gli ho detto che se voleva lo potevamo fare quel pomeriggio, accettò subito e mi disse che prima avrebbe fatto un sonnellino e poi ci saremmo visti verso le 15,00.
Era tra l’altro pieno agosto e faceva molto caldo, ma alle 15,00 precise si è presentato, vestito di chiaro come gli avevo chiesto, per ricevere il primo livello.
Davanti a lui ho fatto tutto quello che di solito faccio per le attivazioni, pulizia dell’ambiente, candela accesa, bastoncino di incenso, musica rilassante come sottofondo.

Gli ho insegnato l’hatsurei-hō, e lo abbiamo fatto insieme, poi gli ho chiesto se voleva tenere gli occhi aperti o chiusi e lui mi ha risposto che voleva vedere quello che facevo, e così ha tenuto gli occhi aperti.

Fatta l’attivazione mi disse: “vai tranquilla lo puoi fare perchè è una bella cosa, mi ha fatto sentire bene….”

Abbiamo parlato per un po’ e mi ha chiesto del secondo livello, gli ho spiegato a cosa serviva e mi ha detto: “perchè non me lo dai adesso?”
Gli ho spiegato che di solito lascio passare un po’ di mesi con le altre persone, ma lui mi ha detto:” non ti preoccupare alla mia età e con la mia esperienza posso sopportare tranquillamente carichi di energia…”
E così dopo avergli insegnato come si salmodiano i tre simboli dell’Usui Teate gli ho dato anche il secondo livello.
Praticamente il tutto è durato si e no quattro ore.

Quando è andato via stava quasi dormendo in piedi…

Il giorno dopo, tutto raggiante, mi ha detto che non aveva mai dormito così bene come quella notte, e senza prendere nemmeno i fiori di Bach.

Mi ha riconfermato che il Reiki è una cosa straordinaria e che se dei suoi “colleghi” ne sparlano è semplicemente perchè non sanno nemmeno di cosa si tratta, o perchè temono di perdere un po’ del loro potere……

___________________
Pubblicato con il consenso espresso dell’autrice

Questo sito utilizza i cookie per rendere semplice ed efficace l'esperienza di navigazione per chi ne visualizza le pagine e per raccogliere informazioni statistiche sul suo utilizzo. Per rispettare pienamente la privacy dei tuoi dati personali secondo le norme previste dalla vigente normativa europea sulla protezione dei dati personali [Regolamento UE 2016/679 - GDPR] l'uso dei cookie non necessari, ora disabilitati, deve essere accettato esplicitamente. Se scegli di mantenerli disabilitati alcune pagine potrebbero non essere visualizzate correttamente e alcune funzionalità potrebbero non essere disponibili.
Per approfondire consulta la nostra Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi